Il Blog

Rimani sempre aggiornato con le nostre news
Pillole Digitali: Google Plus - Non solo un Social Network
18 Jun 2018

Pillole Digitali: Google Plus - Non solo un Social Network

Scritto da Riccardo Brambilla

Una cosa innanzitutto da considerare è che G+, così comunemente definito, non è stato il primo tentativo della compagnia di Mountain View di avere un proprio Social Network.

Google oltre una decina di anni fa, nel 2004 precisamente, lanciò Orkut, una piattaforma social che spopolò in paesi come India e Brasile in un periodo in cui dominava Friendster. In seguito nel 2009 Google lanciò Google Wave, una real-time platform pensata per i business team per favorire le conversazioni e le collaborazioni tra colleghi, come la condivisione e la ricezione di file. Purtroppo questo progetto cadde nel dimenticatoio poco dopo, a causa della poca audience. La compagnia di Mountain View ci riprovò l’anno successivo proponendo Google Buzz, uno strumento di social network, interlacciato con Gmail, che permetteva la condivisione di foto e file. Venne abbandonato quasi subito per le voci che girarono ai tempi riguardo a una gestione poco trasparente delle informazioni degli utenti da parte di Google.

Siamo così arrivati al 28 Giugno 2011, data del lancio di Google Plus. Ma cos’è e come funziona realmente G+?

Google Plus viene definito il Social Network di Google che sta piano piano raccogliendo sempre di più iscritti, rimanendo comunque all’ombra del colosso Facebook, il re dei Social Network.

All’inizio del suo arrivo nel mondo dei Social, Google Plus veniva considerato con scarso entusiasmo, semplicemente perché a Google Plus mancava quella “dose di umanità” di cui necessitava un vero Social Network. Tuttavia non sono completamente d’accordo sulla definizione, anche banale magari, di definire Google Plus come un semplice Social Network, perché possiede caratteristiche intrinseche e collegate al motore di ricerca di Mountain View, rendendolo unico nel suo genere. Infatti le condivisioni e le preferenze compaiono direttamente nelle SERP aumentando il potenziale virale del sito aziendale o del profilo preso in oggetto. Inoltre Google Plus aiuta il ranking del sito aziendale attraverso l’inserimento di link nei contenuti di G+ poiché vengono considerati dal motore di ricerca come organici. La sua capacità di poter portare benefici in termini di SEO, ha provocato quindi una reazione da parte delle aziende di creare e collegare l’account di Google+ al fine di pubblicare contenuti sul Social.

G+, con 540 milioni di utenti attivi mensili, rientra nell’insieme di servizi che si muove interattivamente con le altre realtà della grande compagnia informatica, proponendosi come piattaforma per approfondire qualsiasi attività, sia essa lavoro o divertimento.