Il Blog

Rimani sempre aggiornato con le nostre news
Il futuro dei Social Media: Tra social-TV e realtà aumentata
11 Dec 2017

Il futuro dei Social Media: Tra social-TV e realtà aumentata

Scritto da Serena Mulazzi

Fino a qualche tempo fa, i social network erano considerati dall’opinione pubblica come una “moda passeggera”. Una novità, una ventata di freschezza ma destinata a non durare.

Oggi la situazione è ben diversa. I Social Media sono infatti, diventati parte integrante della nostra vita quotidiana, privata e lavorativa. Possiamo affermare che oggi i social influenzano la nostra vita. Tante le novità lanciate negli ultimi due anni: Instagram Sotires, Creator la nuova app di Facebook per gli Influencers, Snapchat ha deciso che i contenuti pubblicati dagli amici saranno nettamente separati da quelli realizzati da testate giornalistiche e altri creatori di contenuti, e molte altre ancora….

Siamo quasi a fine 2017 ed in tanti si interrogano sul futuro di questi strumenti.  

Il futuro dei social media si sta già scrivendo e tutti quei brand che vogliono dominare il futuro su piattaforme come Facebook & Co, devono studiarne le evoluzioni.

Ecco quali saranno le nuove tendenze del futuro:

  • TV e social sempre più integrati grazie al live-streaming

Il 62% dei consumatori utilizza i social media mentre guarda la TV facendo registrare un incremento del 18% rispetto allo scorso anno. Il 67 per cento guarda la televisione direttamente dal proprio tablet, smartphone o computer portatile e il 60 per cento usufruisce di servizi on-demand su base settimanale, quindi la TV “ovunque e sempre” oggi è una realtà di mercato importante.

Rispetto a un mezzo tradizionale come la tv, lo streaming consente di interagire con gli utenti in tempo reale, ricevere feedback e commenti. La tv invecchia, ma resiste.

Ma c’è una riflessione da fare che apre scenari interessanti. Se è vero che la tv regna, è altrettanto vero che stanno rapidamente cambiando i programmi che vengono guardati. L’avanzare di fenomeni come Netflix risponde alle esigenze del tempo: le persone che vogliono una sempre maggiore flessibilità e personalizzazione dei prodotti televisivi.

È questo lo spazio nel quale i social possono cogliere l’opportunità. E lo stanno già facendo: Facebook sta sviluppando delle partnership per sviluppare la sua tv, Twitter punta sulla trasmissione di eventi sportivi e anche Snapchat è sempre più interessata a trasmettere contenuti proprio come se fosse un network televisivo.

Possiamo allora immaginare un futuro in cui le persone si intratterranno solo sui social, con la tv tradizionale che potrebbe finire nel dimenticatoio. I brand che oggi fanno fatica a spendere i tanti soldi che richiede l’advertising in tv, potrebbero scegliere la televisione dei social, con il vantaggio di targetizzare gli utenti alla perfezione e garantire costi pubblicitari decisamente più bassi.

  • Realtà aumentata e virtuale

La realtà virtuale è la creazione di una realtà che non esiste; l’utente che ne fruisce è proiettato in una dimensione completamente inventata e creata artificialmente.

La realtà aumentata invece consente di valorizzare una realtà già esistente, ossia ciò che percepiamo con i nostri occhi, arricchendola in tempo reale di contenuti digitali come animazioni, oggetti, informazioni e altro ancora. Si tratta di una tecnologia in forte espansione e di grande impatto. Ma la realtà aumentata può essere utilizzata anche con finalità commerciali.

Anche se finora sulla realtà aumentata e virtuale non abbiamo visto granché (i Google Glass non sono mai diventati un prodotto di massa), le ultime innovazioni in materia lasciano ben sperare per il futuro. Ecco un video che dimostra cosa può fare oggi la realtà aumentata.

Tutti i più grandi brand tecnologici stanno sviluppando soluzioni in tal senso. L’ultimo è Apple. Secondo un’indiscrezione di Bloomberg l’azienda starebbe lavorando a dei prodotti di realtà aumentata come, ad esempio, degli speciali occhiali capaci di connettersi all’iPhone in modalità wireless.

I social ci stanno lavorando da tempo. Facebook sarebbe pronto al lancio di prodotti in tal senso, ma il social che potrebbe più di tutti creare qualcosa di “disruptive” nell’ambito realtà aumentata e virtuale è Snapchat, che ha già assunto diversi esperti di effetti speciali Hollywoodiani per lanciare nuovi prodotti da abbinare ai suoi Specs, gli occhiali per fare video e condividerli che impazzano tra i giovani americani.

La realtà aumentata consentirà agli utenti dei social media di provare i prodotti prima di comperarli, in modo da essere più sicuri, più soddisfatti e più propensi a reiterare l’acquisto. Non sarà più necessario recarsi in un negozio fisico per comprare qualcosa. Basterà collegarsi a un’app per visualizzare un determinato prodotto nel contesto della propria abitazione, per provarlo addosso nel caso in cui si tratti di capi di abbigliamento oppure per testare determinati articoli di make up, come smalti e rossetti, sapendo in anteprima se si intonano bene alla propria carnagione per esempio.

I brand devono iniziare da ora a interrogarsi su come potranno avventurarsi in questa nuova frontiera.

Le opportunità aperte dalla realtà aumentata al social media marketing sono enormi, configurando un futuro in cui la comunicazione dei prodotti e dei brand sarà sempre più esperienziale e inserita in modo perfettamente integrato nella realtà fisica in cui vivono i consumatori.