Il Blog

Rimani sempre aggiornato con le nostre news
OTTIMIZZAZIONE SEO: NON SOLO KEYWORDS
03 Oct 2016

OTTIMIZZAZIONE SEO: NON SOLO KEYWORDS

Scritto da Andrea Fiorino

Andare a caccia delle keywords giuste che permettano il posizionamento ottimale è ad oggi un’attività diventata assimilabile alla corsa all’oro. Sono migliaia le persone che setacciano il fiume di Google, Bing e Yahoo in cerca delle migliori keywords. Quanto questa corsa è legittima? La SEO non è solo keywords. Vi chiedete come riuscire ad essere primi col vostro sito web o blog? Vediamo quali sono le principali variabili da tenere in conto!

OTTIMIZZAZIONE SEO: UNA STRATEGIA, NON UNA RISTRUTTURAZIONE

Qual è il primo passo da compiere? Trovare le keywords, inserirle nelle nostre pagine e riuscire a centrare l’obiettivo piazzando al meglio le proprie pagine WEB? La SEO non si muove propriamente così, possiamo dire che questo è l’obiettivo principale delle aziende, o di chi per lavoro, si approcci al mondo dell’ottimizzazione SEO. Possiamo affermare che questa grande corsa è solo la facciata di un piano editoriale ben più ampio e uno dei tanti parametri che si nascondo alle spalle di quelle tre, massimo quattro paroline magiche indicizzabili al meglio. Ottimizzare un portale WEB è un percorso che parte da un punto e per il quale difficilmente si riesce a intravedere un traguardo ma in un mercato dominato dal risultato questo passaggio viene troppo spesso messo da parte.

QUALI SONO LE PRINCIPALI VARIABILI PER UN’OTTIMIZZAZIONE SEO?

Il percorso di ottimizzazione prevede tra le sue variabili:

  • L’utente: il sito deve essere pensato, realizzato, strutturato e gestito pensando all’utente e fornendogli la migliore esperienza utente possibile così da incrementarne le visite e trattenerlo sulle nostre pagine.
  • I social: per esperienza sembra quasi che il traffico social stia prendendo sempre più piede e che questo traffico sia ben visto dai motori di ricerca, in particolare da mister Google, che in più occasioni mi hanno dimostrato di premiare post dal buon traffico social con ottimi numeri sotto l’aspetto della ricerca organica.
  • I partner: link-building, affidabilità, presenza sul web, recensioni e una rete di “amici” che dimostra ai motori di ricerca quanto noi siamo importanti e quanto il mondo del web ci tiene in considerazione.
  • I motori di ricerca: la SEO qui nasce e qui muore è l’ultimo tratto della fase preparatoria che prevede analisi, caccia delle keywords, verifica dei trends di ricerca, ottimizzazione delle strategie aziendali, perfezionamento delle campagne ADV.

Come potete intuire da queste quattro macro categorie che andremo pian piano ad analizzare nel nostro blog gli elementi in ballo sono molteplici e per chi è nuovo a questo mondo inaspettati. Una buona ottimizzazione SEO non è una guerra, uno scontro co i diretti rivali ma incorpora l’essenza primaria del Web: la condivisione, lo scambio di informazioni e di idee, la fruizione all’utente di contenuti utili e accattivanti.